Martina Franca

Dalla Valle d’Itria un coro unanime: sbloccate la SS 172

venerdì 18 marzo 2016
La pioggia di ieri pomeriggio, 17 marzo, non ha fermato i cittadini di Martina Franca accorsi numerosi al presidio dell’amministrazione comunale sulla SS 172 per la marcia-passeggiata organizzata dai Comuni di Martina Franca e Locorotondo. 

Un fiume di ombrelli colorati provenienti da entrambe le direzioni delle due cittadine della Valle d’Itria ed incontratisi, simbolicamente, nei pressi del tratto sequestrato per dimostrare l’unità del territorio della Valle d’Itria che vive questa frattura come una vera e propria ferita.
Istituzioni (assessori e consiglieri comunali), Forze Politiche, Vicaria Foranea, Associazioni di Categoria (presenti Federconsumatori, Confcommercio, Confindustria, Coldiretti, Confesercenti), Associazioni Culturali (Scout, Gruppo Speleologico, Martina Tre, Castrum Martinae, Comitato Fabbrica Rossa, Legambiente, Comitato del Centro Storico), Scuole (IISS Majorana e Liceo Tito Livio) e cittadini hanno partecipato all’iniziativa per dare il proprio contributo. 
“Siamo qui a sollecitare le autorità competenti a far presto e a coordinarsi affinché ci presentino delle soluzioni e mettano in campo, nel più breve tempo possibile, le attività volte a risolvere il problema della strada ma anche del depuratore e dell’inghiottitoio. Nei giorni scorsi abbiamo registrato un primo passo significativo verso l’avvio della soluzione del problema del recapito finale poiché l’Autorità giudiziaria ha autorizzato i lavori di messa in sicurezza dello stesso.  Da parte nostra siamo disponibili a qualunque azione che in questo momento sia utile a chiunque debba operare”, ha esordito il sindaco, Franco Ancona.
E’ intervenuto, telefonicamente, il primo cittadino di Locorotondo, Tommaso Scatigna, che era impegnato con la comunità locorotondese a manifestare, dall’altra parte dei sigilli della zona sequestrata, il disagio che le comunità stanno vivendo.
Un applauso scrosciante ha salutato il discorso fra i due sindaci della Valle d’Itria.
In rappresentanza della comunità ecclesiastica è intervenuto il Vicario Foraneo, Don Luigi de Giorgio che sottolineato l’importanza di “fare presto e che ciascuno faccia, al meglio, il proprio dovere e il proprio mestiere”. Hanno preso la parola i Dirigenti Scolastici Anna Caroli (IISS Majorana) e Giovangualberto Carducci (Liceo “Tito Livio) per testimoniare il disagio che stanno vivendo gli studenti pendolari ma anche per ringraziare l’amministrazione comunale per le misure straordinarie messe in campo relative al trasporto scolastico.
“Ci auguriamo che chi di competenza comprenda le necessità del territorio e dell’imprenditoria che non sta vivendo un momento semplice” ha sottolineato Martino Ancona (Confindustria); Roberto Massa (Confcommercio) ha ricordato la lettera inviata al prefetto di Taranto nei giorni scorsi, di concerto con le altre associazioni di categoria del territorio, nella quale si sottolineavano le conseguenze socio-economiche dell’interruzione di una arteria viaria tanto strategica.
I rappresentati d’Istituto del Liceo Classico Tito Livio, che stanno affrontando uno studio specifico della vicenda, Giuseppe Cito e Igor Ancona Valente Pastore, hanno sottolineato la vicinanza dei ragazzi all’amministrazione comunale e hanno invitato il sindaco a presenziare ad un incontro a scuola il prossimo mercoledì per spiegare agli studenti le problematiche inerenti al blocco della strada, al depuratore e al recapito finale.
Messaggi di sostegno sono giunti all’amministrazione comunale da più parti: Istituti Scolastici, Associazioni di categoria (Confcommercio-Martina Franca, Coldiretti Taranto - Sezione di Martina Franca, Confindustria Taranto - Sezione di Martina Franca, Confagricoltura Taranto - Sezione di Martina Franca, Confederazione Italiana Agricoltori Taranto - Sezione di Martina Franca e Associazione Nazionale allevatori del Cavallo Murgese e dell'Asino di Martina Franca); Associazioni Culturali (Comitato del Centro Storico, AIDA, AMARDOWN, Riflessi d'arte); Società Sportive, UIL, Scout,. Hanno dimostrato solidarietà anche singole personalità come Donato Carrisi (scrittore), Rossella Brescia (conduttrice e ballerina), Giorgia Lepore (scrittrice), Franco Ungaro da Crema, Franco Sebastio da Taranto, Rino Carrieri, Antonio Vestita (ceramista di Grottaglie) Maria Paola Porcelli (giornalista di Bari), Michelangelo Zizzi (poeta), Il comitato di Fabbrica Rossa-Martino Cannarile, L'associazione amici dell'Asino di Martina-Mario Motolese, L'Accademia cub art, Antonella Saracino da Milazzo, L'Accademia della Cutizza-Rosa Maria Vinci, Passaturi.it- Maria Teresa Acquaviva, Cinzia Castellana (vincitrice del premio di poesia "Il Paese delle Contrade"), Pasquale Nessa (regista), Isabella D'attoma (psicologa e scrittrice di Ostuni), gli speleologi dell'Alto Salento- Silvio Laddomada, Castrum Martinae-Aldo Narcisi,Carlo Dilonardo (regista).
 
Altri articoli di "Martina Franca"
Martina Franca
15/01/2019
L'uomo, originario del leccese, è stato sorpreso ...
Martina Franca
05/12/2018
Militari del Nucleo di Polizia Economico – ...
Martina Franca
30/11/2018
L'incidente ieri sera, poco dopo le 19, sulla statale 100 che collega Taranto a ...
Martina Franca
08/11/2018
Branchi di lupi in Puglia, in particolare a Noci e ...